Salta al contenuto principale

Living Lab "modelli innovativi e sostenibili di gestione del suolo"

Il 30 maggio 2022 è stato approvato da ERSAF il progetto di costituzione del Living Lab “Modelli innovativi e sostenibili di gestione del suolo”. Ersaf si è fatto promotore del progetto, con l’Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza (Dip. Produzioni Vegetali Sostenibili) e con l’Università degli Studi di Milano (Dip. Scienze Agronomiche e Ambientali).

L’obiettivo del LL è quello di promuovere, monitorare e trasferire efficacemente in contesti produttivi reali tecniche innovative di gestione sostenibile del suolo.

In primo luogo, questo viene realizzato con il coinvolgimento di agricoltori, tecnici, ricercatori e altri stakeholder che abbiano competenza, esperienza o interesse nelle tematiche affrontate dal LL, mediante instaurazione di un confronto continuativo che nel tempo alimenta lo scambio di esperienze, sviluppa le conoscenze e accelera la diffusione delle innovazioni.

 

I componenti chiave

Il concetto o la tecnica innovativa sviluppati devono essere supportati da un'evidenza scientifica, generalmente derivata da sperimentazioni attive presso siti sperimentali a lungo termine (LTE), che ne dimostrino i vantaggi in termini di aumentata salute del suolo, ma devono rispondere anche al requisito di essere applicabili ed efficaci in contesti produttivi reali mediante monitoraggio presso aziende agricole rappresentative denominate "faro" (LHF).

Componenti essenziali del Living Lab sono quindi:

Long Term Experiment (LTE): pone le basi scientifiche per la valutazione delle tecniche sviluppate nel LL, in condizioni controllate (ex. azienda sperimentale in cui vengono poste a confronto tesi diverse con ripetizioni e misurate specifiche variabili/indicatori). Generalmente si tratta di enti di ricerca, che gestiscono e implementano le attività sperimentali nel LL.

Lighthouse Farms (LHF): luoghi fisici dove vengono applicate le soluzioni gestionali elaborate nel LL. Il loro obiettivo è quello di testare le diverse tecniche, validarle tramite periodici monitoraggi, affinarle e adattarle localmente e portare avanti attività di dimostrazione e diffusione delle stesse. Si tratta di aziende agricole reali, selezionate in numero variabile in rappresentanza di un contesto specifico (pedologico, climatico, agronomico).

 

La struttura attuale

La struttura attuale del Living Lab "Modelli innovativi e sostenibili di gestione del suolo" è composta dai seguenti soggetti.

ERSAF - Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste: Funzione di coordinamento del LL, facilitatore dell'interazione tra le varie componenti, monitoraggio e rilevamento dati nella rete di aziende (LHF), organizzazione di una piattaforma comune per la divulgazione;

UNICATT Di.pro.ves - Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Dip. produzioni vegetali sostenibili: funzioni scientifiche in tema agronomico, agroecologico e di agricoltura conservativa, gestore di prove sperimentali a lungo termine su tali tematiche (LTE - azienda sperimentale CERZOO);

UNIMI Di.saa - Università Statale degli Studi di Milano, Dip. scienze agronomiche e ambientali: funzioni scientifiche connesse in particolare alla valutazione e simulazione modellistica dei sistemi agricoli e della dinamica dell'acqua, dei nutrienti e del carbonio;

 

Sono inoltre attualmente coinvolte nel LL quattro aziende sperimentali, situate nell'areale della pianura Padana, dove vengono testate in condizioni reali tecniche di gestione conservativa dei suoli. Con frequenza annuale vengono eseguite presso tali aziende agricole campagne di campionamento dei suoli, al fine di valutare tramite indicatori specifici lo stato di salute di questa preziosa risorsa.

Di seguito si evidenzia l'ubicazione di tali aziende e dell'LTE sul territorio.

 

Per approfondimenti sulle attività del living lab, sull'organizzazione di eventi o giornate tecniche, sulla documentazione prodotta/inerente alle tematiche di interesse, sulle modalità di adesione, si rimanda alle sezioni di seguito riportate.

Attività del LivingLab

Bibliografia e sitografia

Adesioni e newsletter

Contatti

go to top