Che cos'è l'Anno Internazionale delle Piante?

Il 2020 è stato decretato dalla UNGA - Assemblea Generale delle Nazioni Unite - l’Anno Internazionale della Salute delle Piante (IYPH 2020). La proposta era stata avviata nel 2017 già durante la 40a sessione della Conferenza della FAO - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l’agricoltura - e condivisa e sancita alla fine del 2018 dall’ONU.

L’obiettivo principale del IYPH 2020 è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’importanza delle tematiche fitosanitarie e il loro impatto su criticità di livello globale. Le piante costituiscono l’80% del cibo che consumiamo, ma sono esposte alla costante minaccia di malattie e parassiti, responsabili della distruzione annuale di circa il 40% delle coltivazioni mondiali. Le iniziative per promuovere la salute delle piante sono dunque di fondamentale importanza per formare una coscienza collettiva in grado di riconoscere un'effettiva opportunità di ridurre la povertà, sconfiggere la fame, proteggere l’ambiente e incrementare lo sviluppo economico. 

L’IYPH 2020 rappresenta uno strumento fondamentale per perseguire e raggiungere molti degli obiettivi di sviluppo sostenibile approvati dalle Nazioni Unite. 

Resta aggiornato sul sito di riferimento del MIPAAF - Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
Per tutte le iniziative internazionali consultare il sito EPPO - European and Mediterranean Plant Protection Organization 

MESSAGGI CHIAVE >>

    CALENDARIO EVENTI 

    APPUNTAMENTI REGIONALI

    27 FEBBRAIO:  "MYPLANT & GARDEN" - Conferenza di ASSOFLORO e REGIONE LOMBARDIA - Milano  (RIMANDATO A SETTEMBRE)

    6-8 MARZO: "FA' LA COSA GIUSTA" - Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili - Milano (ANNULLATO)

    APPUNTAMENTI NAZIONALI

    Consulta il calendario degli eventi nazionali QUI.

    APPUNTAMENTI INTERNAZIONALI

    Consulta tutti gli eventi internazionali organizzati per l'IYPH sul sito della FAO

    INIZIATIVE 

    DON’T RISK IT! - A MILANO LA SALUTE DELLE PIANTE VIAGGIA SUI TRAM

    Si tratta della campagna di comunicazione “Don’t risk it!”, slogan in italiano “Non rischiare”, nata dalla collaborazione tra Servizio Fitosanitario della Lombardia, EPPO (European and Mediterranean Plant Protection Organization), IPPC (Convenzione Internazionale per la Protezione dei Vegetali) e FAO. Queste organizzazioni internazionali sono unite nel promuovere la sensibilizzazione dei cittadini sulla salute delle piante e in particolare il messaggio che vogliono diffondere è il seguente: “Di ritorno dai vostri viaggi non portatevi a casa piante, semi, frutta, ortaggi e fiori perché al loro interno si possono nascondere parassiti e malattie in grado di arrecare gravissimi danni all’ambiente, alla biodiversità e alle produzioni agricole”.
    Purtroppo infatti, a causa dell’incremento dei commerci e dei viaggi internazionali, il numero di nuovi parassiti e malattie introdotti in zone dove prima erano assenti è notevolmente aumentato negli ultimi anni e serve quindi la collaborazione di tutti per evitare ulteriori introduzioni accidentali.

    BEASTIE THE BUG

    EPPO (European and Mediterranean Plant Protection Organization ) ha promosso l’iniziativa che vede come protagonista Beastie the Bug, un parassita invasivo che danneggia gravemente le piante selvatiche e coltivate. L’obiettivo è quello di condividere opinioni, esperienze e sentimenti sull’importanza della salute delle piante. Per farlo è necessario catturare Beastie the Bug e pubblicare una sua foto con un breve messaggio personale che spiega perché la salute delle piante è importante per ognuno di noi.
    Affinché il messaggio sia condiviso, non solo tra gli esperti nella regione, ma a livello mondiale, si deve passare Beastie the Bug a qualcun altro per lasciarlo viaggiare in tutto il mondo durante il 2020.

    Sei curioso di scoprire dove ha viaggiato Beastie?


    CLICCA QUI!

    PROGETTO SCUOLE

    Work in progress...

    VIDEO >>

      go to top