Habitat Natura 2000

Di seguito vengono elencati gli Habitat di interesse comunitario, raggruppati per categorie, presenti nei 13 siti Natura 2000 gestiti da ERSAF.

Per ogni Habitat vengono fornite una breve descrizione, la localizzazione e le indicazioni gestionali per la loro conservazione.

Vengono, inoltre, riportate le indicazioni gestionali in relazione ai tipi forestali associabili all'Habitat, secondo la tabella di "rapporto tipologie forestali-Habitat" contenuta nell'allegato al Piano delle Foreste di Lombardia "Misure di conservazione relative a specie e habitat".

 

31 - acque stagnanti

3130 - Acque stagnanti da oligotrofe a mesotrofe con vegetazione dei Littorelletea uniflorae e/o degli Isoeto-Nanojuncetea

 

32 - acque correnti

3220 - Fiumi alpini e loro vegetazione riparia erbacea 

3240 - Fiumi alpini con vegetazione riparia legnosa a Salix elaeagnos

 

40 - lande e arbusteti temperati 

4060 - Lande alpine e boreali 

4070* - Boscaglie di Pinus mugo e Rhododendron hirsutum (Mugo-Rhododendretum hirsuti)

 

61 - formazioni erbose naturali

6110* - Formazioni erbose rupicole calcicole o basofile del Alysso-Sedion albi 

6150 - Formazioni erbose boreo-alpine silicee 

6170 - Formazioni erbose calcicole alpine e subalpine 

 

62 - formazioni erbose secche seminaturali e facies coperte da cespugli

6210 (*) - Formazioni erbose secche seminaturali e facies coperte da cespugli su substrato calcareo (Festuco-Brometalia) (* stupenda fioritura di orchidee) 

6230* - Formazioni erbose a Nardus, ricche di specie, su substrato siliceo delle zone montane (e delle zone sub-montane dell’Europa continentale) 

 

64 - praterie umide seminaturali con piante erbacee alte

6410 - Praterie con Molinia su terreni calcarei, torbosi o argillo-limosi (Molinion caeruleae) 

6430 - Bordure planiziali, montane e alpine di megaforbie idrofile 

 

65 - formazioni erbose mesofile

6510 - Praterie magre da fieno a bassa altitudine (Alopecurus pratensis e Sanguisorba officinalis) 

6520 - Praterie montane da fieno 

 

71 - torbiere acide di sfagni

7110* - Torbiere alte attive 

7140 - Torbiere di transizione e instabili

 

72 - paludi basse calcaree

7220* - Sorgenti petrificanti con formazione di travertino (Cratoneurion) 

 

81 - ghiaioni

8110 - Ghiaioni silicei dei piani montano fino a nivale (Androsacetalia alpinae -Galeopsietalia ladani) 

8120 - Ghiaioni calcarei e scistoso calcarei montani e alpini (Thlaspietea rotundifolii)  

8130 - Ghiaioni del Mediterraneo occidentale e termofili (nell'allegato al Piano delle Foreste di Lombardia è stato erroneamente indicato come 8160, habitat non presente in Italia) 

 

82 - pareti rocciose con vegetazione casmofitica

8210 - Pareti rocciose calcaree con vegetazione casmofitica 

8220 - Pareti rocciose silicee con vegetazione casmofitica 

8230 - Rocce silicee con vegetazione casmofitica pioniera del Sedo-Scleranthion o del Sedo albi-Veronicion dillenii  

8240* - Pavimenti calcarei 

 

83 - altri habitat rocciosi

8310 - Grotte non sfruttate a livello turistico 

 

91 - foreste dell'Europa temperata

9110 - Faggeti del Luzulo-Fagetum 

9130 - Faggeti dell’Asperulo-Fagetum  

9140 - Faggeti subalpini dell’Europa centrale con Acer e Rumex arifolius  

9150 - Faggeti calcicoli dell’Europa centrale del Cephalanthero-Fagion   

9180* - Foreste di versanti, ghiaioni e valloni di Tilio-Acerion  

91D0* - Torbiere boscose 

91E0* - Foreste alluvionali di Alnus glutinosa e Fraxinus excelsior (Alno-Padion, Alnion incanae, Salicion albae)  

91F0 - Foreste miste riparie di grandi fiumi a Quercus robur, Ulmus laevis e Ulmus minor, Fraxinus excelsior o Fraxinus angustifolia (Ulmenion minoris)  

91K0 - Foreste illiriche di Fagus sylvatica (Aremonio-Fagion) 

 

92 - foreste mediterranee caducifoglie

9260 - Foreste di Castanea sativa 

 

94 - foreste di conifere delle montagne temperate

9410 - Foreste acidofile montane e alpine di Picea (Vaccinio-Piceetea) 

9420 - Foreste alpine di Larix decidua e/o Pinus cembra

 

Scarica l’elenco degli Habitat 

 

Un'importante strumento per approfondire la conoscenza degli Habitat di interesse comunitario presenti in Italia è il "Manuale italiano di interpretazione degli habitat della Direttiva 92/43/CEE".

Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha, inoltre, prodotto un documento di supporto tecnico-normativo,  il "Manuale per la gestione dei Siti Natura 2000", che fornisce le Linee Guida per l'elaborazione di appropriate misure di conservazione funzionali e strutturali, tra cui i piani di gestione, fornendo utili indicazioni gestionali per gli Habitat.

Allegati

go to top