Salta al contenuto principale
Immagine

Tipologia

PDF sfogliabile

Categoria 1:

Agricoltura e zootecnia

Anno di pubblicazione:

2022

Manuale tecnico sulla coltivazione del grano saraceno

Breve riassunto

Il manuale, rivolto agli operatori agricoli che vogliono iniziare la coltivazione del GRANO SARACENO (Fagopyrum esculentum Moench),  fornisce indicazioni per la sua coltivazione dalle prime lavoarzoni del terrenno, alla semina,  al raccolto e al post-raccolto. In Italia dai primi anni del 16° secolo, ha avuto la sua massima diffusione nelle zone di montagna intorno alla fine dell’Ottocento.
Successivamente la sua coltivazione è andata sempre più restringendosi per l’aumentata disponibilità di cereali considerati di maggior pregio (frumento e mais) e per lo spopolamento delle zone montane. Negli ultimi anni si registrano molte iniziative ed attività, anche in pianura, rivolte alla reintroduzione di questa coltura. Il grano saraceno, pur non facente parte della grande famiglia botanica dei cereali, viene chiamato così per le sue similitudini nelle caratteristiche qualitative, tecnologiche e per le tecniche colturali. La sua farina, tendenzialmente miscelata con altre farine di frumento o mais, viene impiegata nella preparazione di polenta (polenta taragna tipica della Valtellina), pizzoccheri, dolciumi, frittelle, ecc. 

  • 19 mag 2022

  • 18 mag 2030

go to top