Salta al contenuto principale

Un museo a cielo aperto: i luoghi della Prima guerra mondiale in Alta Valtellina

Regione Lombardia -  DG Enti Locali Montagna e piccoli comuni, in collaborazione con il Parco Nazionale dello Stelvio, organizza, a Palazzo Lombardia Spazio IsolaSET dal 12 al 30 gennaio 2023 (apertura prorogata al 10 febbraio), una mostra dedicata alla valorizzazione di testimonianze e recupero dei manufatti (itinerari trincee)”, di alcuni dei siti della Prima guerra mondiale di maggiore interesse storico e paesaggistico dell’area protetta e dell’Alta Valtellina.
La Grande Guerra ha lasciato tracce profonde nel territorio dell’Alta Valtellina e del Parco Nazionale dello Stelvio. Estremo occidentale del confine tra il Regno d’Italia e l’impero Austro-Ungarico, questo territorio divenne, dal 1915 al 1918, scenario di guerra. Pur marginale, per i limiti topografici imposti dalla montagna, negli scenari bellici, si impose comunque la necessità di presidiare e difendere il confine e le possibili vie di invasione come la Strada dello Stelvio. Per motivi strategici e di prestigio si combatté, fin sulle cime più alte e nel regno del ghiaccio e delle rocce, la cosiddetta Guerra Bianca.
Per questo i monti lombardi vennero dotati di una imponente rete di infrastrutture necessarie alla permanenza delle truppe anche ad altissima quota e nel pieno dell’inverno. Strade e mulattiere militari, trincee e appostamenti per artiglierie, villaggi per accogliere gli uomini delle due parti impegnate nei combattimenti costellano e caratterizzano ancora oggi gli scenari montani del Parco. I resti della Grande Guerra, che qui vide i combattimenti a quota più elevata della storia europea, si sono conservati come in nessun altro luogo.

Il tema ben corrisponde all’idea, condivisa da Regione Lombardia e dal Parco, dell’importanza dello studio, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio storico/culturale legato alla Grande Guerra nel territorio regionale, unico per valore in un contesto montano.
Ecco allora che la prestigiosa sede di Palazzo Lombardia è diventata luogo naturale per la mostra.
Grazie agli splendidi scatti di Elio della Ferrera – fotografo di Sondrio che ben conosce e sa interpretare la realtà, anche storica, del Parco Nazionale dello Stelvio – i luoghi della Grande Guerra vengono mostrati oltre che come testimonianze di grandissimo valore storico anche come elementi di un paesaggio costruito di cui sono diventati parte integrante e caratteristica.

La mostra rimarrà esposta da giovedì 12 fino a lunedì 30 gennaio 2023 presso Spazio IsolaSET, Piazza città di Lombardia 1 (Via Luigi Galvani 27) e sarà visitabile dal lunedì al venerdì con orario 10:00-18:00. L’ingresso è libero.

La mostra sarà inaugurata mercoledì 11 gennaio alle ore 17.

Ultimo aggiornamento: 26 gen 2023

go to top