clicca per ritornare alla modalità grafica


REGIONE LOMBARDIA: Benvenuti nel Portale Internet dell'ERSAF(Ente Regionale per i Servizi all' Agricoltura e alle Foreste)


clicca per un aiuto alla navigazione per consultare l'elenco completo delle access key


 
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

A Euromontana la European Charter for Mountain Quality Food 2.0

notizia pubblicata in data : venerdì 20 ottobre 2017

A Euromontana la European Charter for Mountain Quality Food 2.0

Nella sede della Rappresentanza della regione europea del Tirolo – Sud Tirolo - Trentino - durante l’annuale assemblea dei soci di Euromontana (preceduta nel pomeriggio del 17 dal Board of Directors, a cui ha partecipato anche ERSAF) si è tenuto il meeting organizzato da Euromontana per discutere delle produzioni di montagna e per presentare la Carta per i prodotti agroalimentari di montagna di qualità 2.0.
L’evento, che ha visto una forte partecipazione di pubblico interessato, si è aperto con una riflessione sulla necessità di proseguire gli sforzi a tre anni di distanza dalla pubblicazione del regolamento europeo 1151/2012 che introduce la dicitura facoltativa di qualità “prodotto di montagna” specificata nel regolamento delegato 665/2014, attraverso la presentazione dello stato dell’arte dell’attuazione nei diversi stati membri dell’unione europea.
Nella prima parte dei lavori sono state presentate  alcune esperienze concrete attivate, in particolare Alberto Pecorari del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano dall’Italia ha presentato il progetto qualità prodotto di montagna, attivato dal consorzio per valorizzare le produzioni dell’area appenninica all’interno del consolidato marchio e della DOP, che coniuga valorizzazione di origine con percorso di qualità.

Enrico Calvo di ERSAF ha poi focalizzato sul percorso promosso da Euromontana col contributo di numerosi partner presentando la Carta Europea per i prodotti agroalimentari di qualità di montagna 2.0 (European Charter for Mountain Quality Food 2.0) che nel recente aggiornamento si pone come obiettivo il consolidamento dell’attenzione a livello europeo sulle produzioni di montagna. Ad oggi la carta ha raccolto oltre 500 firme di consumatori, enti, università, associazioni di produttori; l’Italia, molto sensibile al tema è già fortemente coinvolta e, grazie agli sforzi di ERSAF è il paese con il maggior numero di firme raccolte.


Numerose considerazioni sono state sviluppate nella discussione relativamente alla possibilità di costruire percorsi di fiducia e chiara conoscenza del significato del marchio sia per i produttori che per i consumatori e sulla opportunità o meno di sviluppare un label dedicato, al momento non previsto dalla regolamentazione Europea.

L’evento si è chiuso con una interessante tavola rotonda con la partecipazione di Jean-Pierre Saint-Martin, chef 3 stelle del ristorante “le Viscos”,  Thierry Percie Du Sert, ARPE Occitanie, Dilyana Slavova, EESC membro and Presidente di una piccola associazione di produttori di montagna,  Branka Tome, Deputato capo unità in DG Agri, dell’unità per le Indicazioni Geografiche e  Michel Dantin, Member of the European Parliament, che ha permesso in particolare di mettere l’accento sulla necessità di semplificazione per poter rendere efficace la dicitura facoltativa di qualità. In particolare Tome ha sottolineato come sia interessante vedere dal dibattito che la legislazione sviluppata dall’unione sia viva, e questo è un grande valore che ne testimonia l’efficacia, ma anche puntualizzando che la commissione ha proposto un regolamento semplice, con l’obiettivo di definire un percorso semplice: non c’è logo, non c’è sistema di controlli e Tome ha anche ricordato ai diversi membri dei paesi presenti che qualsiasi restrizione del regolamento europeo venga scelta i prodotti si confronteranno faccia a faccia su uno stesso mercato comune come “prodotto di montagna”.
Le conclusioni della giornata di Herbert Dorfmann, Member of the European Parliament che ha valorizzato il grande lavoro compiuto da Euromontana e ha ribadito l’esigenza di lavorare per rafforzare il valore delle produzioni di montagna, passando in questa fase la palla a produttori e consumatori affinché si adoperino, accompagnati dalle istituzioni, per utilizzare la dicitura facoltativa e per valorizzarla nelle scelte di mercato.

A chiusura un aperitivo di prodotti offerti dai diversi partner ha permesso di mostrare la tipicità, la varietà e la qualità della ricca produzione alimentare montana con oltre 50 tipologie dai formaggi ai vini, dai liquori ai salumi dal pesce alla frutta dalle olive ai pani: un ricco patrimonio che richiede di mettersi in moto concretamente  per proteggerlo, farlo conoscere e valorizzarlo.

Scarica gli atti del convegno (EN)



Data ultima modifica 06/11/2017
Condividi su FaceBook Condividi su Google condividi: Stampa la pagina Invia a un amico visualizza il Qr Code
calendario eventi
Clicca qui per visualizzare gli eventi del mese precedente novembre 2017 Clicca qui per visualizzare gli eventi del mese prossimo
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
Contest ricette
Previsioni meteo
Realizzate da
ARPA Lombardia»


ERSAF : Indirizzo Via Pola, 12 – 20124 Milano tel. (+39)02.67404.1 fax (+39)02.67404.299 P.Iva 03609320969
             e-mail : info@ersaf.lombardia.it    P.E.C. ersaf@pec.regione.lombardia.it