clicca per ritornare alla modalità grafica


REGIONE LOMBARDIA: Benvenuti nel Portale Internet dell'ERSAF(Ente Regionale per i Servizi all' Agricoltura e alle Foreste)


clicca per un aiuto alla navigazione per consultare l'elenco completo delle access key


Benvenuto nel portale Internet dell'ERSAF - clicca per andare alla home page
motore di ricerca

Separazione per flottazione

 

 

Obiettivo della tecnologia
Rimuovere i solidi fini e quindi il carico organico dai liquami per successivamente avviarli a un trattamento biologico. Si può inoltre compiere una separazione selettiva ricorrendo ad additivi chimici (agenti flocculanti) specifici.

 

 

Tipologia di trattamento: Separazione solido liquido dei solidi fini

 

 

Reflui da trattare:

liquido

palabile

liquame bovino

X

 
liquame suino

X

 



Tabella grado flottazione


 

Effetto del trattamento  
Riduzione Azoto  
Azoto da liquido a palabile

X*

Fosforo da liquido a palabile

X*

Stabilizzazione  
Riduzione odori  
Riduzione volumi  



* il separato è un addensato non palabile

 

 

Classificazione rispetto alle migliori tecniche disponibili: attualmente non rientra tra le BAT

 

 

Avvertenze - controindicazioni
Necessità di una separazione di solidi grossolani a monte (vagli rotativi). La frazione separata non è palabile.

 


Caratteristiche operative
Le efficienze di separazione che si possono ottenere sono orientativamente del 30-40% per l'azoto e 70-90% per il fosforo. I solidi separati sono il 70-90% di quelli in ingresso. Questi risultati si ottengono con l'utilizzo di flocculanti.

Il fango flottato che viene allontanato con il raschiatore può avere, a seconda dell'efficienza del processo, un tenore di solido secco compreso tra il 3 e l'8%.

 

 

Principio di funzionamento
La flottazione è un processo nel quale la separazione avviene per gravità: le particelle di solido vengono separate per azione di bolle di aria o di gas che vengono insufflati nel liquame. Grazie all'azione di particolari agenti chimici (flocculanti) le particelle di solido rimangono attaccate alle bolle d'aria che, essendo più leggere del liquame, tendono ad affiorare in superficie trasportando con sé le particelle di solido. Le tipologie di processo di distinguono in base al sistema di produzione delle bolle nel liquame. La tipologia più diffusa è quella DAF (Dissolved Air Flotation). In questo sistema l'aria viene immessa nella vasca con una certa pressione. Con il diminuire della pressione fino al valore atmosferico si ha la formazione delle bolle di aria. Le particelle di solido che vengono trascinate dalle bolle arrivano in superficie dove vengono allontanate per mezzo di un raschiatore a catena. Di norma vengono utilizzati agenti flocculanti per aumentare l'efficienza di separazione.

 

 

Immagine separazione per flottazione

 

 

 

Schema di installazione
Un trattamento di flottazione deve prevedere a monte un trattamento di separazione dei solidi grossolani. L'effluente chiarificato dal flottatore può essere avviato a successivi trattamenti o utilizzato agronomicamente. L'addensato richiede comunque una stabilizzazione.

 

 

Prestazioni in condizioni operative e costi
Date le caratteristiche del fango flottato, questo processo si configura come particolarmente indicato a essere la prima fase in un impianto che debba digerire anaerobicamente liquami a basso tenore di solido secco come quelli suini. Una fase di flottazione a monte della sezione di digestione anaerobica permette di diminuire i volumi di processo, ottimizzando quindi la gestione dei flussi.
I costi del trattamento sono legati significativamente ai costi di gestione e all'uso di additivi.

 

 

Grafico costi separazione per flottazione

 

 

 

Considerazioni operative
Il trattamento di flottazione deve essere sempre inserito in un sistema di gestione che prevede altri trattamenti. Rispetto ad altri sistemi di rimozione dei solidi fini, risulta avere una elevata efficienza con una occupazione limitata di spazio e viene quindi preferito ai bacini di sedimentazione.


Foto flottatore

 

 

 

 

 


 
Data ultima modifica 06/03/2013


ERSAF : Indirizzo Via Pola, 12 – 20124 Milano tel. (+39)02.67404.1 fax (+39)02.67404.299 P.Iva 03609320969
             e-mail : chiediloaersaf    P.E.C. ersaf@pec.regione.lombardia.it