Il sito d'interesse nazionale

Il sito d’interesse nazionale di Brescia, area Caffaro (SIN Brescia-Caffaro) è un’area situata entro il territorio comunale della città, contaminata nelle acque superficiali (rogge), acque sotterranee (falda) e nel suolo da diverse sostanze organiche clorurate persistenti (principalmente PCB, diossine e furani) e alcuni metalli pesanti (soprattutto mercurio e arsenico) 

L’origine della contaminazione è attribuita principalmente all’azienda Caffaro, che per oltre un cinquantennio, dagli anni trenta fino ai primi  anni ottanta del secolo scorso, ha prodotto vari composti clorurati tra i quali i bifenili policlorurati universalmente noti come PCB.

go to top